Condividi su

Biometano e compost di qualità dal nuovo impianto di Legnano

Cesaro Mac Import ha affiancato Asja nella progettazione e costruzione dell’impianto in provincia di Milano che, a regime, fornirà 4 milioni di metri cubi annui di biometano.

Credits: by Recover Maggio 2022

Cesaro Mac Import ha affiancato Asja nella progettazione e costruzione dell’impianto in provincia di Milano che, a regime, fornirà 4 milioni di metri cubi annui di biometano.

Dalla frazione organica dei rifiuti, energia e compost di qualità: è stato da poco inaugurato a Legnano, in provincia di Milano, un impianto che tratterà 52.400 tonnellate all’anno di rifiuti totali (40.000 di Forsu e 12.400 di sfalci verdi) e produrrà a regime 4 milioni di metri cubi annui di biometano, utili a soddisfare il fabbisogno di 2.857 famiglie, con un risparmio pari a 3.280 tonnellate di petrolio.

L’impianto, costruito e gestito da Asja su concessione di AMGA e ALA, si compone di due sezioni: una per la produzione di compost di qualità e un’altra sezione dedicata alla produzione di biometano. Distinte tra loro, le due unità sono progettate per funzionare sia in modo autonomo sia in modo integrato. Il risultato è un sistema completo di trattamento e gestione del rifiuto. La tecnologia utilizzata è la digestione anaerobica semi-dry, che ha tra i principali vantaggi la riduzione dei consumi di acqua, la riduzione dei rifiuti liquidi in uscita, la riduzione del consumo di suolo e la riduzione dell’impatto visivo.

L’impianto nasce in regime di partenariato pubblico-privato tra AMGA, ALA e Asja della durata di 22 anni. Il progetto sorge in un’ex area industriale, sita al di fuori del nucleo urbano del Comune di Legnano, con l’obiettivo di dotare il territorio di un impianto di tecnologia avanzata in grado di trattare la crescente quota di frazione organica differenziata. L’impianto, che sarà in grado di lavorare la Forsu raccolta principalmente all’interno del bacino territoriale in cui è inserito, produrrà tangibili benefici economici per la cittadinanza.

A seguito dell’esperienza dell’impianto di Foligno, ASJA ha confermato la scelta di Cesaro Mac Import come partner tecnologico per la realizzazione dell’impianto di Legnano. 

Cesaro Mac Import ha affiancato Asja nella progettazione delle sezioni di pretrattamento compostaggio e digestione anaerobica. L’azienda, dealer esclusivo in Italia di Doppstadt, ha realizzato il processo di pretrattamento utilizzando nello specifico: trituratore monoalbero fisso Doppstadt 2560E vaglio a tamburo stazionario Doppstadt SM 518 F per la sezione di miscelazione per la fase di compostaggio: tramoggia Doppstadt AT 600 e miscelatore Doppstadt DM 215 E.  Cesaro ha inoltre  realizzato la sezione di Digestione Anaerobica e la successiva sezione di Compostaggio in Biotunnel con tecnologia brevettata Il Girasole ® Tunnel Composting. In tutte le sezioni  Cesaro Mac Import si è occupata, grazie alla sua esperienza indiscussa nel settore con all’attivo una trentina di impianti in Italia, della realizzazione delle opere strutturali e della fornitura industriale e impiantistica nonché di tutti i servizi connessi, trattamento delle arie e della acque.

Funzionamento dell’impianto

I rifiuti entrano nell’impianto dall’area accettazione e se idonei, dopo le opportune verifiche, vengono pesati sui mezzi di conferimento. Nell’area ricezione Forsu e verde, i mezzi scaricano i rifiuti organici. I capannoni sono tenuti in depressione e dotati di porte ad impacchettamento rapido per evitare la diffusione di odori verso l’esterno.

Il rifiuto conferito nell’impianto viene pretrattato tramite un processo meccanico di selezione e triturazione. il rifiuto organico viene separato da plastiche, inerti e altre frazioni merceologiche non compostabili, per essere poi inviato a trattamento. Al termine di questa fase, il materiale risultante viene inviato al digestore anaerobico, all’interno del quale si sviluppano le reazioni biochimiche per la produzione di biogas.

Il biogas così ottenuto subisce un processo di depurazione e in seguito viene inviato alla sezione di upgrading per essere raffinato. Il gas che deriva da questo trattamento è biometano di alta qualità ed efficienza, adatto ad essere immesso nella rete di trasporto SNAM e destinato al settore dei trasporti. Il digestato, cioè la matrice non più degradabile prodotta dalla fase di digestione anaerobica viene ulteriormente stabilizzato nella linea di compostaggio per produrre compost di qualità.

L’impatto odorigeno sul territorio è mitigato adottando un sistema di captazione e depurazione delle arie costituito da torri di lavaggio, utili all’umidificazione del flusso di aria e all’abbattimento di gran parte dell’ammoniaca in essa presente, e da un biofiltro per la rimozione dei restanti inquinanti aerodispersi.

Un sistema combinato di trattamento delle acque reflue prodotte dal sito impiantistico produce acqua depurata che sarà in gran parte destinata al riutilizzo all’interno dell’impianto.

I benefici del biometano

La produzione di biometano consente di: valorizzare la raccolta differenziata; recuperare energia dai rifiuti; abbattere la produzione di cattivi odori; evitare la dispersione in atmosfera di un gas, il metano, che ha un effetto serra 28 volte maggiore di quello della CO2 (anidride carbonica); contribuire alla decarbonizzazione del settore dei trasporti; diminuire la dipendenza dalle importazioni di gas naturale dall’estero. Il processo di upgrading per la produzione di biometano ha anche i seguenti vantaggi:

  • sostenibilità economica dell’impianto per effetto dei nuovi incentivi sulla produzione di biometano;
  • riduzione delle emissioni, perché il biometano prodotto sarà immesso nella rete di trasporto SNAM.

I benefici del compost di qualità Il compost è un fertilizzante naturale che può essere utilizzato per rigenerare e nutrire i terreni agricoli, riducendo il ricorso a fertilizzanti chimici. Il compost prodotto da un impianto che prevede anche una fase di digestione anaerobica del rifiuto ha garanzie di qualità superiori a quelle del compost prodotto dal solo compostaggio aerobico.

Multimedia
altre news
19 Dicembre, 2022

L’Italia ottiene il suo ventesimo Digestore

contattaci

seguici sui social

scrivi una o più parole per cercare contenuti nel sito