Credit By Recover - Laura Veneri

Reinventarsi per crescere

La Bio.sca.v si affida alla Cesaro Mac Import e ai suoi marchi per ampliare la tipologia di rifiuti da trattare e offrire prodotti di qualità per i propri clienti; il tutto in chiave assolutamente ecologica.

La Bio.Sca.V è una società della provincia di Caserta che nasce negli anni 2009 come naturale evoluzione di una ditta individuale infatti la proprietà è impegnata nel settore del Recycling già dal 2000.

Il nome è l’acronimo di BIOmasse da SCArti Vergini. All’inizio il core business aziendale era la produzione di imballaggi in legno per le aziende ortofrutticole.

Per anni, l'azienda è stata al fianco delle maggiori cooperative di produzione dei prodotti agricoli che formano le eccellenze campane del settore.

Ma nel 2010, l’attività registra un rallentamento dovuto all'entrata sul mercato, in maniera sempre più copiosa, di imballaggi in plastica, che venivano preferiti ai più ecologici in legno.
A questo punto la Bio.Sca.V si reinventa unendo alla produzione di imballaggi il recupero del legno di scarto e la produzione di biomassa per la generazione di energia verde.

L’intuizione è giusta e la direzione intrapresa nel settore del riciclo la porta ad allargare le tipologie di rifiuti ritirati. In breve tempo installa anche un impianto di selezione per i prodotti di carta, cartone e plastica da destinate ai Consorzi di filiera.

È in questo momento che all'azienda viene data la vocazione ecologica che tutt’ora costituisce la mission aziendale.
Bio.Sca.V, per affrontare questo cambio di direzione, dopo una attenta valutazione delle principali macchine sul mercato, si affida alla Cesaro Mac Import e acquista un trituratore specifico per le biomasse, il Doppstadt AK510 Biopower.

Il trituratore veloce Doppstadt AK 510 biopower è una macchina ideale per ogni tipo di rifiuto verde, legno di scarto e ramaglie.

WhatsApp Image 2020 10 12 at 10.12.59
È una macchina molto performante con una produzione oraria elevata. Possiede 36 mazze oscillanti che assicurano la triturazione al primo colpo anche dei materiali più resistenti ed ingombranti. Il prodotto in uscita è ideale per le centrali di teleriscaldamento o le centrali a biomasse che producono energia elettrica.
Alla produzione di biomasse, si aggiunge presto la produzione e commercializzazione di pellets per uso domestico tant'è la fiducia ed il knowhow raggiunto nel settore.
Negli ultimi mesi Bio.Sca.V Srl ha investito ulteriori risorse nel recupero del legno di scarto da destinare alla produzione di manufatti in legno, pannelli e mobili, creando una nuova linea industriale che avrà come obiettivo il recupero degli ingombranti e la riduzione volumetrica fino al conferimento presso le aziende di filiera che producono pannelli truciolari. Viene quindi riconfermata la fiducia nell'azienda Cesaro Mac Import e Dw3060 F e Sennebogen 817 E entrano a far parte del parco mezzi.
Tuttavia non viene tralasciato quello che è sempre stato il settore che costituisce le solide basi aziendali e unitamente al recupero dei materiali lignei, l'azienda amplia la produzione di imballaggi con quella di pedane di ogni tipologia anche per il settore automotive e industriale.

SENNEBOGEN 817

La Bio.Sca.V affianca le aziende nel campo dello smaltimento di tutti i rifiuti non pericolosi.
È in grado di gestire tutte le tipologie di scarto prodotte sia dalle piccole imprese artigiane fino alla grande industria, occupandosi anche del trasporto dei rifiuti grazie a mezzi appositamente adibiti all’uso e a personale specializzato.

3060
Per trattare differenti tipologie di rifiuti, Bio.Sca.V ha scelto il versatile Doppstadt DW 3060 Type F.
Il trituratore è ideale per scarti di legno, tronchi, radici, rifiuti verdi, rifiuti organici, rifiuti, rifiuti industriali e ingombranti, rifiuti edili misti e molto altro. Grazie al sistema QuickChange unico nel suo genere, il rullo può essere sostituito in un batter d'occhio, senza l'ingombrante e dispendioso setup di cambio e supporto. Lo stesso vale per il pettine che può essere cambiato completamente senza attrezzi.

Il trituratore è dotato del sistema di sminuzzamento fine "Limiter", un'attrezzatura che combina i vantaggi delle balestre e della griglia di regolazione della pezzatura. L’elemento è fissato su una sospensione e può evitare il passaggio di materiale fuori misura.

Il trituratore sarà presto consegnato all’azienda e sarà affiancato dal nuovo caricatore Sennegogen 817 E, il caricatore compatto specifico per il settore del riciclo.

Le dimensioni ridotte lo rendono agile e preciso nei movimenti senza tralasciare la robustezza che contraddistingue i macchinari Sennebogen. La macchina è dotata di soluzioni, quali i ventilatori a temperatura controllata, l'eccellente isolamento acustico e l’affidabile sistema idraulico, che le permettono di lavorare in ottime condizioni anche in ambienti difficili come le aziende di riciclo rifiuti in cui è presente polvere e c’è necessità di carichi continui.

La macchina è larga solo 2,54 m, lunghezza totale 4,61 m e altezza di 3,20 m. La cabina come standard è regolabile in altezza e può portare l'operatore ad una visuale di 4,50 m, garantendo una visibilità ideale dell'area di lavoro in ogni momento. Con il suo parabrezza tutto in vetro di sicurezza e la grande finestra sul tetto, il nuovo Multicab garantisce il massimo comfort dell'operatore e le migliori condizioni di visibilità.

WhatsApp Image 2020 10 12 at 10.13.02 1    WhatsApp Image 2020 10 12 at 10.13.00

WhatsApp Image 2020 10 12 at 10.13.04 1    WhatsApp Image 2020 10 12 at 10.13.05